Piccolo Prestito INPDAP

Tassi, tabelle e rate Piccolo Prestito INPDAP

Che si tratti di una vacanza da sogno, che si abbia bisogno di finanziare le spese di nozze o semplicemente si sta cercando di consolidare un semplice debito, una delle soluzioni migliori da prendere in considerazione è un prestito personale.

I prestiti oggi sono una scelta molto popolare, perché spesso dispongono di tassi di interesse significativamente più bassi rispetto a quelli delle carte di credito e possono fornire denaro veloce per aiutare a coprire una spesa pressante. E quando arriva un momento nella vita in cui una persona ha bisogno di più soldi di quanti ne ha a disposizione, il prestito sembra l’opzione più intelligente.

Ma bisogna considerate che non tutti i prestiti sono creati uguali, e negli ultimi anni il prestito personale è diventato una delle migliori opzioni per le persone da poter scegliere. Tuttavia, si potrebbe chiedere solo ciò che ha un prestito personale di diverso da uno tradizionale.

Dopo tutto, i prestiti personali possono sembrare simili, soprattutto se si considera che molte banche ora offrono loro opzioni molto simili a quelli più tradizionali. Ci sono alcune differenze fondamentali, che sono importanti per sapere quando si sceglie il mutuo giusto per le proprie esigenze. Tra le tante opzioni da poter considerare, tra le tante disponibili, se si è un dipendente pubblico, anche in pensione, c’è il Piccolo Prestito INPDAP.

I prestiti INPDAP

Per tutti coloro che sono dipendenti pubblici, anche nel caso di pensionati, si ha dalla propria parte a disposizione una delle più geniali soluzioni di prestito tra i tanti presenti: i prestiti INPDAP.

Oggi numerose sono queste soluzioni che mette a disposizione Inps per andare in contro ai propri dipendenti o pensionati. Questo prestito viene concesso e trattenuto mensilmente dallo stipendio, quindi una soluzione comoda oltre che semplice.

Confronta gratis i migliori prestiti INPDAP
Più preventivi richiedi e maggiori possibilità avari di trovare il miglior prestito INPS per dipendenti pubblici, statali, parapubblici e pensionati.

L'esito della fattibilità ti verrà dato in pochi minuti e l'erogazione in 48 ore.

Provare non costa nulla, il preventivo per il calcolo della rata del prestito inpdap è GRATUITO e SENZA IMPEGNO.

>>> Preventivo gratis e senza impegno: calcola la tua rata <<<

Tra le varie opzioni disponibili c’è il Piccolo Prestito INPDAP.

Piccolo Prestito INPDAP: cos’è

Il Piccolo Prestito INPDAP è un prestito chiesto all’Inps, ex INPDAP. Questi prestiti vengono regolati dal Decreto Legislativo n° 201/2011, attualmente legge 214/2011. Il prestito viene concesso ai dipendenti pubblici, pensionati e statali.
Il Piccolo Prestito INPDAP ha una rata non prevedibile in quanto dipende dal valore dello stipendio del dipendente. Ovviamente anche dipendente alla possibile presenza di altri prestiti presenti sullo stessa busta paga. In ogni caso è un prestito semplice che prevede la durata tra 1 e 4 anni ( 12 rate, 24 rate, 36 rate o 48 rate) per l’estinzione del debito.
Si possono richiedere minimo due mensilità, per il prestito che dura 12 mesi, 4 mensilità per quello della durata di 24 mesi e così via procedendo per le altre cifre. A differenza di molti altri prestiti questo non richiede di dichiarare il motivo di richiesta del prestito con obbligatorietà.

Piccolo Prestito INPDAP: tasso, garanzie e spese

Il Piccolo Prestito INPDAP prevede un TAN del 4.25%, relativamente molto basso tenendo in considerazione quello di molti altri prestiti presenti oggi e messi a disposizione, soprattutto quelli delle banche.

Uno dei tanti vantaggi dei prestiti INPDAP e soprattutto del Piccolo Prestito è proprio questo, venire in contro il dipendente con l’aiuto economico senza chiedere alti tassi e spese eccessive, ma rendere quanto meno influente possibile il prestito.

Come ogni prestito anche il Piccolo Prestito INPDAP prevede una serie di spese, spese amministrative, che non sono cifre standard, ma prevede lo 0,5%.

Il Piccolo Prestito INPDAP prevede anche diverse garanzie e questo fa si che sia ancora più vantaggioso per il dipendente che lo richiede. In evidenza c’è che nel caso di decesso del dipendente che richiede il prestito nessuna somma in debito ricade sugli eredi.

Piccolo Prestito INPDAP: a chi rivolgersi

Nessun prestito è facile da richiedere come il Piccolo Prestito INPDAP. Ci si può facilmente collegare al sito dell’Inps e nella voce dedicata a questo scaricare il modulo di richiesta per il Piccolo Prestito e recarsi negli uffici Inps della propria provincia di residenza e consegnarlo compilato. In ogni caso ci si può rivolgere anche direttamente a questi uffici e chiedere maggiori o migliori informazioni. Inoltre ci sono anche alcune agenzie di credito che hanno la possibilità di fare anche questo tipo di prestito.

Guide INPS INPDAP che potrebbero interessarti

Prestiti Inpdap per Ristrutturazione Casa Una casa necessita di una gestione continua, e che sia appena acquistata o di proprietà da tempo ci si trova a doverla ristrutturare. Per le spese più irrisorie è possibile anche provare ad agire senza chiedere finanziamenti, ma per i lavori come ad esempio rifacimento di pareti e tetti spesso ci si...
Tassi Prestiti INPDAP 2017 Tassi 2017 per i prestiti Inpdap Per i dipendenti pubblici e i pensionati che hanno intenzione di ottenere un finanziamento, i tassi 2017 per i prestiti Inpdap si presentano vantaggiosi e convenienti. Ma a quanto ammontano questi tassi di interesse, e quali sono i requisiti richiesti per usufruirne...
Prestiti con Cessione del Quinto Inpdap e Doppio Quinto 2017: cosa sono e quali sono le differenze? I prestiti con cessione del quinto Inpdap dello stipendio o della pensione costituiscono una specifica forma di finanziamento. Danno la possibilità infatti di ottenere una liquidità aggiuntiva e di pagare il debito con una trattenuta mensile pari a un quinto dello stipendio o della pensione netta...
Prestiti Inpdap per Pensionati: novità marzo 2017 Prestiti Inpdap per Pensionati 2017: tipologie di finanziamenti e requisiti necessari Sempre più di frequente anche le persone in pensione devono far ricorso ai finanziamenti poiché spesso sono il perno delle famiglie e consentono lo svolgimento di spese di emergenza che altrimenti non sarebbero po...