Prestiti Inpdap a Dipendenti Pubblici e Pensionati per acquistare l’auto

Chi ha la necessità di richiedere un prestito per acquisto auto può ricorrere a prestiti Inpdap, soluzioni vantaggiose e rivolte ai dipendenti statali, pubblici o pensionati Inps.

Per poter richiedere i finanziamenti all’ente previdenziale, sostituito dall’Inps dal 1°gennaio 2012, bisogna inoltre avere un contratto a tempo indeterminato, determinato con vincoli o il cedolino della pensione ed essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni sociali e creditizie.

Anche i dipendenti pubblici e privati con un contratto a tempo determinato possono quindi accedere ai prestiti Indpap, con la limitazione che la durata del prestito non superi quella del proprio contratto di lavoro.

Prestiti Inpdap a Dipendenti Pubblici e Pensionati per l’acquisto dell’auto

Per ottenere un prestito per acquisto auto rivolgendosi all’Inpdap è possibile optare per due diverse soluzioni: i piccoli prestiti Inpdap o i prestiti pluriennali. Vediamo le principali caratteristiche.

Piccoli Prestiti Inpdap

Si tratta di prestiti per auto concessi dall’Inps a condizioni agevolate per riuscire ad acquistare un veicolo nuovo o usato. É possibile ottenere:

  • -una mensilità rimborsabile in 12 mesi;
  • -quattro mensilità da restituire in 48 mesi;
  • -otto mensilità rimborsabili in 48 mesi.

La rata mensile non deve superare il vincolo del 20% dello stipendio o della pensione netti, inoltre il TAN è del 4,25% fisso, al quale bisogna aggiungere uno 0,5% per le spese d’amministrazione dell’Inps e un contributo al Fondo Rischi variabile in base dell’età del richiedente e della durata, dallo 0,17% all’1,20%.

Prestiti Pluriennali

In alternativa si possono ottenere i prestiti pluriennali, vincolati alla cessione del quinto fino ad un massimo del 20% dello stipendio o della pensione.

In questo caso bisogna fornire una motivazione certificata, da dare con la domanda di prestito direttamente all’Inps.

Nel caso in cui si abbia necessità dei prestiti auto bisogna inviare un preventivo di acquisto del veicolo rilasciato e firmato dal concessionario.

I prestiti Inpdap a dipendenti pubblici e pensionati per l’acquisto auto hanno un TAN del 3,5% al quale va aggiunto uno 0,5% per le spese amministrative dell’Inps ed un contributo al Fondo Rischi, da un minimo dello 0,96% ad un massimo del 2,28%. Inoltre possono essere rimborsabili in 60 mesi o in 120 mesi e il tetto massimo finanziabile è di 20 mila euro.

Guide INPS INPDAP che potrebbero interessarti

Prestiti 500 euro: le soluzioni di credito per piccoli importi Sottovalutare l'importanza di un finanziamento dall'importo contenuto è sbagliato, in quanto spesso anche i prestiti 500 euro possono essere una liquidità sufficiente per affrontare una spesa imprevista. Data la richiesta in continuo aumento e per venire incontro alle esigenze dei diversi clienti...
Prestiti Inpdap a Dipendenti Statali e Pensionati: quali sono le banche convenzionate Inpdap L' INPS, che dal 2012 comprende INPS, INPDAP ed ENPALS, deve gestire un notevole numero di servizi, quali prestiti e mutui e varie forme di finanziamento. I prestiti INPDAP sono finanziamenti personali erogati dall’ente o da parte di banche o istituti finanziari convenzionati. Nel momento in cui ...
Borse di Studio Inps 2017/2018: fino a 10mila euro di contributi per gli studenti Novità in arrivo per l'anno scolastico 2017/18: l'Inps ha pubblicato un nuovo bando per assegnare 1811 borse di studio da impiegate per poter seguire master di I e II livello e corsi universitari, sia in Italia sia all'estero. I sostegni economici sono pensati per gli studenti under 40 e ammontano a...
Come calcolare la rata dei prestiti e dei mutui Inpdap 2017? Gli impiegati pubblici (dipendenti di enti locali, insegnanti, appartenenti a forze armate o di polizia, etc) oppure i pensionati che hanno prestato il loro servizio nel settore pubblico, possono accedere ai finanziamenti agevolati INPS. Ma com'è possibile valutarne la reale convenienza? Il sito ...