Prestiti Inpdap Insegnanti 2017: requisiti, tassi e modalità di richiesta

Gli insegnanti che hanno la necessità di ottenere una piccola somma di denaro hanno la possibilità di rivolgersi all’Inps, l’ente previdenziale che, dal 1°gennaio 2012, ha assorbito i servizi dell’Inpdap.

Nel caso specifico, i docenti possono richiedere il Piccolo Prestito Gestione Pubblica: si tratta dell’ex piccolo prestito Inpdap rivolto ai dipendenti pubblici. É un finanziamento con cui è possibile ottenere una ridotta somma da rimborsare con rate costanti in breve tempo. Non sono richiesti né documenti di spesa né giustificativi.

Quali sono i requisiti per ottenere i prestiti Inpdap insegnanti?

Per ottenere il piccolo prestiti gestione pubblica, il docente deve capire se dispone o meno dei requisiti necessari. Se si tratta di un insegnante ancora in servizio bisogna:

  • essere iscritto (in realtà è obbligatorio) al Fondo Credito;
  • versare il contributo (0,35%) con trattenuta in busta paga.

Invece, il docente in pensione deve essere iscritto al Fondo Credito solo se, quando ha fatto la domanda di pensionamento, lo ha espressamente richiesto. Il contributo in questo caso ammonta allo 0,15%.

Quali sono i Tassi Prestiti Inpdap e che cifra può essere richiesta?

I tassi prestiti Inpdap per il 2017 ammontano:

  • TAN 4,25%;
  • spese di amministrazione 0,50%;
  • premio fondo rischi, la cui aliquota muta in base alla fascia d’età e alla durata del finanziamento.

Richiedendo i prestiti Inpdap insegnanti 2017 è possibile ottenere una somma da una a quattro mensilità nette di stipendio o pensione da rimborsare tra i 12 e i 48 mesi.

Inoltre, nel caso in cui non si abbiano altre trattenute sulla busta paga è possibile moltiplicare per due la richiesta, ottenendo fino a massimo otto mensilità da restituire in 48 mesi.

Prestiti Inpdap Insegnanti: come fare la domanda?

L’iter per ottenere i prestiti Inpdap insegnanti è diverso se si è un docente in servizio o in pensione. Vediamo ambo i casi.

Se si è un insegnante in servizio sarà necessario seguire questa procedura:

  • recuperare il modulo reperibile presso l’amministrazione di riferimento o presso il sito dell’Inps (inps.it -> Prestazioni e Servizi –> Tutti i moduli -> Gestione Dipendenti Pubblici -> Iscritto -> Prestazioni creditizie e sociali);
  • compilare il documento online, stamparlo e consegnarlo alla propria amministrazione, che lo trasmetterà all’ente previdenziale.

Invece se si è un insegnante in pensione, bisogna:

  • compilare il modulo in autonomia e online, tramite il servizio web dell’Inps (inps.it -> Accedi ai servizi -> Servizi Gestione Dipendenti Pubblici (ex Inpdap) -> Servizi per iscritti e pensionati -> digitazione codice fiscale e PIN -> Per area tematica -> Credito -> Piccolo prestito pensionati).

In ambo i casi è possibile far riferimento al contact center o a un servizio di patronato, così da farsi seguire, passo passo, nella compilazione della domanda di prestiti Indpap insegnanti 2017.

Guide INPS INPDAP che potrebbero interessarti

Prestiti 500 euro: le soluzioni di credito per piccoli importi Sottovalutare l'importanza di un finanziamento dall'importo contenuto è sbagliato, in quanto spesso anche i prestiti 500 euro possono essere una liquidità sufficiente per affrontare una spesa imprevista. Data la richiesta in continuo aumento e per venire incontro alle esigenze dei diversi clienti...
Estinzione Anticipata Prestiti INPDAP: come fare? Anche il prestito INPDAP può essere estinto, vale a dire pagato anticipatamente rispetto alla sua scadenza naturale. Vediamo come si fa ad estinguere anticipatamente questa tipologia di finanziamento e quali sono le procedure da seguire. I prestiti INPDAP vengono erogati dall'INPS Come molti letto...
Mutui Inpdap Dipendenti Pubblici 2017: tassi, requisiti e modalità I dipendenti pubblici e statali iscritti al Fondo Credito possono richiedere i mutui agevolati Inpdap 2017 per l’acquisto della prima casa. Si tratta di mutui ipotecari edilizi concessi a condizioni particolarmente vantaggiose, come tassi d’interesse inferiori alle medie di mercato e sconti su costi...
Prestiti con Cessione del Quinto Inpdap e Doppio Quinto 2017: cosa sono e quali sono le differenze? I prestiti con cessione del quinto Inpdap dello stipendio o della pensione costituiscono una specifica forma di finanziamento. Danno la possibilità infatti di ottenere una liquidità aggiuntiva e di pagare il debito con una trattenuta mensile pari a un quinto dello stipendio o della pensione netta...