Prestiti Inpdap Insegnanti 2017: requisiti, tassi e modalità di richiesta

Gli insegnanti che hanno la necessità di ottenere una piccola somma di denaro hanno la possibilità di rivolgersi all’Inps, l’ente previdenziale che, dal 1°gennaio 2012, ha assorbito i servizi dell’Inpdap.

Nel caso specifico, i docenti possono richiedere il Piccolo Prestito Gestione Pubblica: si tratta dell’ex piccolo prestito Inpdap rivolto ai dipendenti pubblici. É un finanziamento con cui è possibile ottenere una ridotta somma da rimborsare con rate costanti in breve tempo. Non sono richiesti né documenti di spesa né giustificativi.

Quali sono i requisiti per ottenere i prestiti Inpdap insegnanti?

Per ottenere il piccolo prestiti gestione pubblica, il docente deve capire se dispone o meno dei requisiti necessari. Se si tratta di un insegnante ancora in servizio bisogna:

  • essere iscritto (in realtà è obbligatorio) al Fondo Credito;
  • versare il contributo (0,35%) con trattenuta in busta paga.

Invece, il docente in pensione deve essere iscritto al Fondo Credito solo se, quando ha fatto la domanda di pensionamento, lo ha espressamente richiesto. Il contributo in questo caso ammonta allo 0,15%.

Quali sono i Tassi Prestiti Inpdap e che cifra può essere richiesta?

I tassi prestiti Inpdap per il 2017 ammontano:

  • TAN 4,25%;
  • spese di amministrazione 0,50%;
  • premio fondo rischi, la cui aliquota muta in base alla fascia d’età e alla durata del finanziamento.

Richiedendo i prestiti Inpdap insegnanti 2017 è possibile ottenere una somma da una a quattro mensilità nette di stipendio o pensione da rimborsare tra i 12 e i 48 mesi.

Inoltre, nel caso in cui non si abbiano altre trattenute sulla busta paga è possibile moltiplicare per due la richiesta, ottenendo fino a massimo otto mensilità da restituire in 48 mesi.

Prestiti Inpdap Insegnanti: come fare la domanda?

L’iter per ottenere i prestiti Inpdap insegnanti è diverso se si è un docente in servizio o in pensione. Vediamo ambo i casi.

Se si è un insegnante in servizio sarà necessario seguire questa procedura:

  • recuperare il modulo reperibile presso l’amministrazione di riferimento o presso il sito dell’Inps (inps.it -> Prestazioni e Servizi –> Tutti i moduli -> Gestione Dipendenti Pubblici -> Iscritto -> Prestazioni creditizie e sociali);
  • compilare il documento online, stamparlo e consegnarlo alla propria amministrazione, che lo trasmetterà all’ente previdenziale.

Invece se si è un insegnante in pensione, bisogna:

  • compilare il modulo in autonomia e online, tramite il servizio web dell’Inps (inps.it -> Accedi ai servizi -> Servizi Gestione Dipendenti Pubblici (ex Inpdap) -> Servizi per iscritti e pensionati -> digitazione codice fiscale e PIN -> Per area tematica -> Credito -> Piccolo prestito pensionati).

In ambo i casi è possibile far riferimento al contact center o a un servizio di patronato, così da farsi seguire, passo passo, nella compilazione della domanda di prestiti Indpap insegnanti 2017.

Guide INPS INPDAP che potrebbero interessarti

Prestiti Inpdap a Dipendenti Statali e Pensionati: quali sono le banche convenzionate Inpdap L' INPS, che dal 2012 comprende INPS, INPDAP ed ENPALS, deve gestire un notevole numero di servizi, quali prestiti e mutui e varie forme di finanziamento. I prestiti INPDAP sono finanziamenti personali erogati dall’ente o da parte di banche o istituti finanziari convenzionati. Nel momento in cui ...
Prestiti per Aziende: guida utile per i finanziamenti alle PMI e alle startup Nonostante la crisi economica, i cittadini che decidono di avviare una start-up o di continuare a portare avanti la propria attività, pur avendo delle difficoltà, sono diverse. Spesso per investire e fare crescere la propria azienda è necessario richiedere i prestiti per imprese, pensati per chi ha ...
Prestiti Inpdap per Pensionati o Ape Volontaria? Confronto tra i tassi proposti Da qualche mese a questa parte si è parlato molto spesso della così detta APE volontaria, ossia la possibilità di ottenere un anticipo pensionistico. Negli ultimi giorni si è aperto un dibattito rispetto alla questione poiché alcuni ritengono che l'APE sia una possibilità molto più conveniente r...
I prestiti personali e i cattivi pagatori Un prestito personale è un finanziamento non finalizzato richiesto da una persona senza dover chiarire la motivazione per cui utilizzerà la cifra ottenuta. Si tratta di un tipo di finanziamento abbastanza diffuso, utile nei casi in cui si necessiti di maggiore liquidità in banca, per i quali serve a...