Prestiti Pensionati Inpdap 2017: tutte le tipologie di prestiti per pensionati

L’INPS, ex INPDAP, eroga diverse tipologie di prestiti per pensionati. Solitamente i finanziamenti avvengono tramite la formula della cessione del quinto della pensione, tuttavia le opzioni messe a disposizione dall’ente previdenziale sono diverse. Vediamole insieme.

Prestiti per Pensionati: Piccolo Prestito INPS

Tra i prestiti pensionati Inpdap, il Piccolo Prestito è una soluzione molto gettonata, adatta per chi necessita di piccole somme di denaro, infatti è possibile richiedere:

  • -una somma pari al massimo una mensilità netta della pensione, nel caso di un prestito annuale;
  • -una cifra pari a due mensilità nette, nel caso di un prestito biennale;
  • -un importo pari a tre mensilità nette, se si richiede un finanziamento triennale;
  • -una somma fino a quattro volte la propria pensione, con un prestito quadriennale.

La durata massima del finanziamento ammonta a 4 anni e per ottenere il denaro il pensionato non deve fornire alcun tipo di motivazione o avere specifici requisiti, eccetto l’iscrizione all’INPS.

La domanda di Piccolo Prestito va fatta online direttamente sul sito dell’ente previdenziale.

Prestiti per Pensionati: Prestiti Pluriennali Diretti INPS

In questo caso, per ottenere i prestiti pensionati INPDAP, l’ex lavoratore è tenuto a fornire e documentare  i motivi che lo spingono a richiedere il denaro.

Possono ottenere i finanziamenti solo i pensionati pubblici con almeno 4 anni di versamento contributivo. La durata dei prestiti varia dai 5 ai 10 anni in base all’importo richiesto, con una rata mensile che non può oltrepassare un quinto della pensione.

Prestiti Pensionati INPDAP: Cessione del quinto della pensione

I prestiti con cessione del quinto della pensione, si differenziano dai Piccoli Prestiti INPS e dai Prestiti Pluriennali Diretti INPS, in quanto possono essere richiesti tramite le finanziarie convenzionate con l’ente previdenziale.

Sarà poi compito dell’INPS versare le rate alla banca, trattenendole dalla pensione del richiedente. L’importo erogabile viene stimato in base alla pensione ricevuta.

Possono richiedere la cessione del quinto tutti i pensionati, pubblici e non, tuttavia è necessario stipulare una polizza contro il rischio morte del debitore. La durata non può superare i 10 anni.

 

 

Guide INPS INPDAP che potrebbero interessarti

Prestito Inpdap Acquisto Prima Casa 2017: tassi e agevolazioni al 26 aprile 2017 Prestito Inpdap Acquisto Prima Casa: novità 2017 Tutti i dipendenti statali con contratto di lavoro a tempo indeterminato possono richiedere un prestito Inpdap acquisto prima casa. Per poter accedere a tali finanziamenti, la legge sostiene che  il richiedente non deve possedere un’altra abitazione,...
Prestiti Inpdap a Dipendenti Statali e Pensionati: quali sono le banche convenzionate Inpdap L' INPS, che dal 2012 comprende INPS, INPDAP ed ENPALS, deve gestire un notevole numero di servizi, quali prestiti e mutui e varie forme di finanziamento. I prestiti INPDAP sono finanziamenti personali erogati dall’ente o da parte di banche o istituti finanziari convenzionati. Nel momento in cui ...
Prestiti Inpdap Insegnanti 2017: requisiti, tassi e modalità di richiesta Gli insegnanti che hanno la necessità di ottenere una piccola somma di denaro hanno la possibilità di rivolgersi all'Inps, l'ente previdenziale che, dal 1°gennaio 2012, ha assorbito i servizi dell'Inpdap. Nel caso specifico, i docenti possono richiedere il Piccolo Prestito Gestione Pubblica: si t...
Prestiti con Cessione del Quinto Inpdap e Doppio Quinto 2017: cosa sono e quali sono le differenze? I prestiti con cessione del quinto Inpdap dello stipendio o della pensione costituiscono una specifica forma di finanziamento. Danno la possibilità infatti di ottenere una liquidità aggiuntiva e di pagare il debito con una trattenuta mensile pari a un quinto dello stipendio o della pensione netta...