Prestiti Inpdap Insegnanti 2017: requisiti, tassi e modalità di richiesta

Gli insegnanti che hanno la necessità di ottenere una piccola somma di denaro hanno la possibilità di rivolgersi all’Inps, l’ente previdenziale che, dal 1°gennaio 2012, ha assorbito i servizi dell’Inpdap. Nel caso specifico, i docenti possono richiedere il Piccolo Prestito Gestione Pubblica: si tratta dell’ex piccolo prestito Inpdap rivolto ai dipendenti pubblici. É un finanziamento con cui è possibile ottenere una ridotta somma da rimborsare con rate costanti in breve tempo. Non sono richiesti né documenti di spesa né giustificativi. Quali sono i requisiti per ottenere i prestiti Inpdap insegnanti? Per ottenere il piccolo prestiti gestione pubblica, il docente deve capire se dispone o meno dei requisiti necessari. Se si tratta di un insegnante ancora in servizio bisogna: essere iscritto (in realtà è obbligatorio) al Fondo Credito; versare il contributo (0,35%) con trattenuta in busta paga. Invece, il docente in pensione deve essere iscritto al Fondo Credito solo se, quando ha…

Prestiti Inpdap a Dipendenti Pubblici e Pensionati per acquistare l’auto

Chi ha la necessità di richiedere un prestito per acquisto auto può ricorrere a prestiti Inpdap, soluzioni vantaggiose e rivolte ai dipendenti statali, pubblici o pensionati Inps. Per poter richiedere i finanziamenti all’ente previdenziale, sostituito dall’Inps dal 1°gennaio 2012, bisogna inoltre avere un contratto a tempo indeterminato, determinato con vincoli o il cedolino della pensione ed essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni sociali e creditizie. Anche i dipendenti pubblici e privati con un contratto a tempo determinato possono quindi accedere ai prestiti Indpap, con la limitazione che la durata del prestito non superi quella del proprio contratto di lavoro. Prestiti Inpdap a Dipendenti Pubblici e Pensionati per l’acquisto dell’auto Per ottenere un prestito per acquisto auto rivolgendosi all’Inpdap è possibile optare per due diverse soluzioni: i piccoli prestiti Inpdap o i prestiti pluriennali. Vediamo le principali caratteristiche. Piccoli Prestiti Inpdap Si tratta di prestiti per auto concessi dall’Inps a condizioni agevolate per…

Borse di Studio Inps 2017/2018: fino a 10mila euro di contributi per gli studenti

Novità in arrivo per l’anno scolastico 2017/18: l’Inps ha pubblicato un nuovo bando per assegnare 1811 borse di studio da impiegate per poter seguire master di I e II livello e corsi universitari, sia in Italia sia all’estero. I sostegni economici sono pensati per gli studenti under 40 e ammontano a massimo 10.000 euro. Borse di Studio Inps 2017/2018: chi può richiederle? Il bando per le borse di studio master Inps è riservato: -ai figli dei dipendenti e pensionati della Pubblica Amministrazione, iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni creditizie e sociali, e dei pensionati della Gestione Dipendenti Pubblici; -agli orfani dei dipendenti e pensionati della Pubblica Amministrazione, iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni creditizie e sociali, e dei pensionati della Gestione Dipendenti Pubblici. Inps Borse di Studio Università e Master 2017/2018: i requisiti necessari Chi vuole richiedere le borse di studio Inps prima di presentare domanda, deve essere in possesso dei seguenti requisiti: -età inferiore ai 40…

Prestiti 500 euro: le soluzioni di credito per piccoli importi

Sottovalutare l’importanza di un finanziamento dall’importo contenuto è sbagliato, in quanto spesso anche i prestiti 500 euro possono essere una liquidità sufficiente per affrontare una spesa imprevista. Data la richiesta in continuo aumento e per venire incontro alle esigenze dei diversi clienti, banche e finanziarie hanno pensato a dei prodotti dedicati al micro credito, cioè un piccolo prestito che prevede l’erogazione di una somma non superiore ai 2.000 euro. Prestiti 500 euro: le soluzioni disponibili Micro Credito di Poste Italiane Poste Italiane propongono dei prodotti finanziari semplici e disponibili per tutti i clienti. I prestiti 500 euro prevedono un piano di ammortamento di 22 rate mensili e un tasso di interesse vantaggioso. Per poter richiedere il denaro direttamente allo sportello della Posta bisogna essere titolari di una carta postepay evolution in quanto la somma di denaro sarà versata sulla stessa. Anche se c’è l’obbligo di disporre della postepay, la soluzione è rapida ed efficiente. Prestiti 500…

I prestiti personali e i cattivi pagatori

Un prestito personale è un finanziamento non finalizzato richiesto da una persona senza dover chiarire la motivazione per cui utilizzerà la cifra ottenuta. Si tratta di un tipo di finanziamento abbastanza diffuso, utile nei casi in cui si necessiti di maggiore liquidità in banca, per i quali serve avere delle garanzie di poter restituire la somma ottenuta in modo regolare e costante. I cattivi pagatori sono coloro che hanno ottenuto dei prestiti ma non sono stati in grado di saldarne in tempo tutte le rate. Chi è un cattivo pagatore In Italia esiste il registro dei Cattivi Pagatori: un elenco che contiene le generalità di tutti coloro che non hanno pagato i loro debiti in modo tempestivo. Ad esempio chi non ha saldato le rate di un mutuo entro i termini previsti; in genere gli Istituti di Credito richiedono l’iscrizione di un cliente al Registro dei Cattivi Pagatori solo nel…

Calcolo Cessione del Quinto dello Stipendio per dipendenti pubblici, privati e statali

Sempre più spesso gli italiani per realizzare sogni, desideri e progetti devono richiedere un prestito personale. Tra le diverse soluzioni disponibili c’è anche la cessione del quinto dello stipendio o della pensione. Si tratta di un prestito personale non finalizzato e a breve/medio termine. E’ possibile richiedere un importo di massimo il 20%, ossia di un quinto della busta paga o del cedolino della pensione. Prima di richiedere un prestito personale è necessario valutare tutti i diversi aspetti, vagliare le condizioni offerte da ciascuna banca ed compiere qualche calcolo cessione del quinto. Calcolo Cessione del Quinto dello Stipendio Prima di richiedere il prestito personale, potrebbe essere utile effettuare il calcolo cessione del quinto, partendo dalla busta paga mensile. Bisogna disporre della paga oraria e delle ore di lavoro definite per contratto. Ottenuti i due dati, è necessario calcolare il reddito netto mensile, effettuando i seguenti passaggi: -moltiplicare la paga oraria per le ore di lavoro…

Prestiti Inpdap a Dipendenti Statali e Pensionati: quali sono le banche convenzionate Inpdap

L’ INPS, che dal 2012 comprende INPS, INPDAP ed ENPALS, deve gestire un notevole numero di servizi, quali prestiti e mutui e varie forme di finanziamento. I prestiti INPDAP sono finanziamenti personali erogati dall’ente o da parte di banche o istituti finanziari convenzionati. Nel momento in cui il denaro viene concesso dall’istituto, questo proviene da un proprio fondo di credito alimentato dalla contribuzione dei lavoratori che vi aderiscono. Invece, se la somma viene erogata da enti convenzionati accade in quanto questi hanno stipulato un accordo con l’INPS. Prestiti Inpdap a Dipendenti Statali e Pensionati: le caratteristiche principali Quando si richiedono i prestiti Indpap è necessario tener conto di alcuni aspetti, quali: -la possibilità di ottenere il finanziamento a tassi agevolati; -l’accesso diretto al prestito è garantito solo ai dipendenti pubblici e ai pensionati; -i dipendenti privati hanno un accesso indiretto al finanziamento qualora siano familiari di lavoratori statali; -è necessario essere iscritti al Fondo della Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie, e aver maturato un’ anzianità contributiva;…

Prestiti Inpdap 2017: come trovare online il finanziamento più vantaggioso

Prestiti per disoccupati senza garante

La richiesta di un prestito per poter soddisfare le proprie esigenze è una pratica che si sta diffondendo moltissimo in Italia. Tutto ciò è dovuto principalmente alla crisi che non permette alle persone di poter affrontare un determinato tipo di spesa. Per questo motivo molti dipendenti pubblici presentano domanda per ottenere un prestito dall’Inpdap. Esistono diverse tipologie di finanziamento che è possibile richiedere, brevemente verranno date tutte le informazioni necessarie per la scelta di un prestito Inpdap adatto alle proprie esigenze, in modo da fugare ogni dubbio o soddisfare ogni curiosità. Prestiti Inpdap 2017: consigli per trovare il finanziamento migliore Effettuare una ricerca su internet o chiedere pareri a persone esperte La prima cosa che va fatta per poter cercare un finanziamento vantaggioso è sicuramente una ricerca sul web. All’interno di internet infatti è possibile trovare moltissime informazioni inerenti ai prestiti che vengono concessi dall’Inpdap. Inoltre una fonte sicura da…

Prestiti Inpdap per Pensionati o Ape Volontaria? Confronto tra i tassi proposti

Da qualche mese a questa parte si è parlato molto spesso della così detta APE volontaria, ossia la possibilità di ottenere un anticipo pensionistico. Negli ultimi giorni si è aperto un dibattito rispetto alla questione poiché alcuni ritengono che l’APE sia una possibilità molto più conveniente rispetto ai classici prestiti Inpdap per pensionati o alla cessione del quinto. Che cos’è l’APE? L’APE è un progetto sperimentale che permette il pensionamento anticipato ai lavoratori che hanno compiuto 63 anni e ai quali mancano al massimo 3 anni e 7 mesi per raggiungere il pensionamento di vecchiaia. Potranno  aderire, fino al 31 dicembre 2018: i dipendenti pubblici, privati e gli autonomi assicurati presso la gestione separata Inps e le gestioni speciali. L’Ape può essere Social, nel caso in cui il lavoratore necessiti di  una specifica tutela o volontario quando è il lavoratore a richiedere l’anticipo del pensionamento. In quest’ultimo caso,  il fruitore del progetto dovrà rimborsare il…

Prestiti Inpdap per Matrimonio 2017: come realizzare delle nozze indimenticabili

Nel pieno della primavera e con l’estate alle porte, comincia la stagione dei matrimoni. Sempre più italiani infatti decidono di richiedere i prestiti Inpdap per Matrimonio. Secondo le prime indagini svolte, nel primo trimestre del 2017, sono stati erogati ben 96 milioni di euro per bomboniere, pranzi, abiti e tutto ciò che è necessario per realizzare delle nozze perfette. Anche la somma di denaro richiesta è aumentata: infatti se nel 2013 in media un italiano richiedeva poco più di €9.000, nei primi mesi del 2017 la cifra ammonta a poco più di €11.000. Sempre secondo il sondaggio svolto, le regioni che hanno fatto più domande di prestiti Inpdap per matrimonio sono quelle del Sud Italia, prima tra tutte la Campania, con quasi il 22% delle richieste. Segue la Calabria e, l’unica regione del Nord, la Lombardia. Prestiti Inpdap per Matrimonio: come funzionano? Il prestito Inpdap è un finanziamento finalizzato, poiché l’importo richiesto…