Prestiti per Aziende: guida utile per i finanziamenti alle PMI e alle startup

Nonostante la crisi economica, i cittadini che decidono di avviare una start-up o di continuare a portare avanti la propria attività, pur avendo delle difficoltà, sono diverse. Spesso per investire e fare crescere la propria azienda è necessario richiedere i prestiti per imprese, pensati per chi ha bisogno di liquidità.

Prestiti per Aziende: quali sono le finalità?

I finanziamenti sostengono le realtà che vogliono:

  • -sviluppare il proprio business;
  • -acquistare materiali e macchinari;
  • -rinnovare e migliorare i locali.

Prestiti per Imprese: come ottenerli?

Per richiedere un prestito per le imprese è sufficiente rivolgersi alla propria banca oppure effettuare l’operazione online, tramite i numerosi portali e calcolatori sul web. Infatti è possibile consultare le migliori offerte di finanziamento per imprese, personalizzando la richiesta in base ai propri bisogni.

Tra i criteri di valutazione per la concessione del prestito vi è anche la documentazione prevista per ogni tipologia di prestito, oltre al business plan dell’azienda che viene analizzato dalla banca.

Pur non disponendo della liquidità necessaria è possibile far crescere la propria attività scegliendo i prestiti agevolati per giovani imprenditori tra le soluzioni proposte dai principali istituti di credito e le finanziarie italiane. Infatti solo vagliando diversi preventivi di prestito dà la possibilità di trovare l’offerta più conveniente.

La fattibilità dei Prestiti alle Aziende

prestiti alle imprese permettono di beneficiare di tassi agevolati e si distinguono in:

  • -finanziamenti a breve termine, utili per far fronte alle spese improvvise e per rispondere alle esigenze temporanee di liquidità;
  • -prestiti a lungo termine che dando accesso a importi più elevati, permettono di concretizzare i progetti di investimento.

La richiesta di credito deve essere seguita da adeguata documentazione che offre alla banca il quadro completo. Le informazioni necessarie sono:

  • -business plan;
  • -preventivi;
  • -contabilità;

prestiti agevolati per i giovani imprenditori e per le imprese permettono di avviare la libera professione o di accantonare liquidità per far fronte ad eventuali spese impreviste.

Guide INPS INPDAP che potrebbero interessarti

Come calcolare la rata dei prestiti e dei mutui Inpdap 2017? Gli impiegati pubblici (dipendenti di enti locali, insegnanti, appartenenti a forze armate o di polizia, etc) oppure i pensionati che hanno prestato il loro servizio nel settore pubblico, possono accedere ai finanziamenti agevolati INPS. Ma com'è possibile valutarne la reale convenienza? Il sito ...
Prestiti con Cessione del Quinto Inpdap e Doppio Quinto 2017: cosa sono e quali sono le differenze? I prestiti con cessione del quinto Inpdap dello stipendio o della pensione costituiscono una specifica forma di finanziamento. Danno la possibilità infatti di ottenere una liquidità aggiuntiva e di pagare il debito con una trattenuta mensile pari a un quinto dello stipendio o della pensione netta...
Cessione del Quinto Inps: prestiti per dipendenti pubblici e pensionati La cessione del quinto Inps è una particolare tipologia di prestito, erogata da un istituto di credito convenzionato con l'ente previdenziale e rimborsata attraverso un addebito automatico effettuato sulla busta paga o la pensione. Il finanziamento può essere concesso a dipendenti pubblici e privati...
Prestiti Inpdap Insegnanti 2017: requisiti, tassi e modalità di richiesta Gli insegnanti che hanno la necessità di ottenere una piccola somma di denaro hanno la possibilità di rivolgersi all'Inps, l'ente previdenziale che, dal 1°gennaio 2012, ha assorbito i servizi dell'Inpdap. Nel caso specifico, i docenti possono richiedere il Piccolo Prestito Gestione Pubblica: si t...